Negli ultimi anni il modo di fare la spesa è cambiato, ma per i marchi della Grande Distribuzione c’è stato il tempo di capire le nuove abitudini dei consumatori e di conseguenza di adattare il proprio metodo di assortimento.

Complice l’inflazione, oggi il momento della spesa si compie più di frequente, acquistando così il minimo indispensabile. L’aumento della cadenza del momento degli acquisti va però vista come una nuova opportunità.

Per ottimizzare i profitti, i Retailer dovrebbero puntare a sviluppare sempre più le marche private, avendo un pieno controllo sul prezzo, che sempre di più si differenziano e creano valore oltre a continuare con gli investimenti su innovazione, digitalizzazione e intelligenza artificiale che portano ad una riduzione dei costi e aumento dei i servizi offerti.

Lo scenario illustrato dal Retail Forecast 2024 di Distribuzione Moderna prevede un anno in generale positivo e caratterizzato da grandi cambiamenti nel settore del Retail e della GDO.

Il 2023 si è chiuso in maniera positiva rispetto alle ultime annate perché i negozi hanno saputo incanalare gli acquisti, nonostante i periodi di crisi, e questa consapevolezza non può essere che una linea guida anche per il futuro.

Parole chiave per questo nuovo anno saranno dunque: investimenti, tecnologia, sostenibilità e attenzione al cliente. Non ci resta che vedere quali saranno gli sviluppi mondiali nei prossimi mesi.